IL BIOLOGICO

La nostra origine contadina, ci ha spinti a coltivare il suolo in coerenza con le buone pratiche in uso nell’ agricoltura dei nostri avi, rispettosa delle falde, delle immissioni nell’aria e dei prodotti che vengono riversati sulla terra. La sostenibilità sarà il nostro testimone da passare alle future generazioni nella speranza che i semi di oggi diventino i germogli di frutti portatori di benefici significativi.

Attraverso una serie di buone pratiche agronomiche naturali e biodinamiche, intensifichiamo la fertilità del suolo, aiutando le radici delle viti a scendere maggiormente in profondità tra le rocce calcaree per raccogliere gli elementi minerali e organici che caratterizzano i vini del Carso.

Abbiamo fatto costruire macchine speciali, adattandole al suolo carsico. Le nuove macchine tritano il suolo roccioso per migliorarne l’umidità, sfalciano i sotto fila senza danneggiare l’irrigazione di sostegno alla pianta, smuovono la superficie erbosa e sassosa per arieggiare i terreni, arano il substrato di terra e pietrame per la semina del sovescio che arricchisce il suolo di fertilizzanti organici.

Anche la preparazione del terreno all’impianto avviene con una speciale macchina che in alcuni casi buca la roccia e scavano profonde trincee dove vengono collocate le barbatelle delle nuove viti.